Insegnare la vita con il movimento e con lo sport

Rosalba Marchetti, Pasquale Bellotti, Caterina Pesce
ANNO EDIZIONE: 2016
GENERE: Libro
CATEGORIE: Educazione motoria
ISBN: 9788860284686
PAGINE: 96

12,00 €




ALTRI PRODOTTI DELLO STESSO AUTORE

  • Nessun prodotto dello stesso autore disponibile

LIBRI CONSIGLIATI SU QUESTO ARGOMENTO

DESCRIZIONE


Ovvero, considerando il ragazzo che si muove pensiamo all'uomo che cresce e si sviluppa... Le novità delle scienze del movimento lette insieme con voi



Introdotta dalle lusinghiere considerazioni di Udo Hanke, noto studioso tedesco di movimento e di sport, e da una premessa dei tre autori - dedica e auspicio per i lettori - il testo Insegnare la vita con il movimento e con lo sport riaffronta originalmente il tema sempre attuale, sempre bisognoso di nuovi punti fermi, del fenomeno movimento. Di esso, inteso come attività motoria in sé ed anche come sport, esalta il significato e il ruolo nella vita delle persone, la funzione di educare alla vita, in quanto capace di conferire fondamentali abilità di vita a chi lo pratica e, perciò stesso, lo esplora.

Di abilità di vita tratta appunto questo testo, cioè delle cosidette life skills, che nell'ambito dello sport e dell'educazione fisica trovano ambienti e pratiche ideali per farne esperienza diretta e facilitarne il transfer ad altre - forse tutte le altre - situazioni di vita.

I tre autori espongono così indagini, ricerche, programmi sperimentati nel mondo con successo e con precise procedure che coinvolgono direttamente ogni persona nel processo decisionale e nel raggiungimento degli obiettivi. Il testo si avvale anche di importanti appendici: la prima, sulle definizioni e sulle classificazioni date alle life skills; la seconda sui programmi monodisciplinari sperimentati con successo in diversi continenti; la terza sui possibili strumenti di valutazione quantitativa e qualitativa della efficacia del cosidetto life skill training; la quarta, sulle interrelazioni fra efficienza fisico-motoria, funzioni cognitive e life skills in popolazioni con sviluppo tipico o atipico, nella prospettiva di un approccio sempre più olistico all'educazione che parte dal corpo in movimento.